Chef stellati per battesimo Maxime Blin

Due chef a tre stelle, il francese Jacques Purcel, ospite d'onore, e l'italiano Italo Bassi. E ancora: lo chef Marco Mainardi di Fino Beach e il maestro pasticcere Gianluca Fusto, numero uno mondiale. Tutti a Porto Cervo per salutare la prima presentazione al pubblico italiano dello champagne Maxime Blin, le bollicine che portano il nome del suo produttore, 34 anni, da quattro generazioni al lavoro su 12 ettari a Trigny per creare un vino premiato, da ultimo, con la medaglia d'argento al mondiale di Bruxelles. La festa di battesimo dello champagne si terrà in occasione di un evento enogastronomico, il prossimo 6 giugno al Confusion Boutique Restaurant, lungo la Promenade du Port, a Porto Cervo. Dalle 19 l'esperto internazionale di gastronomia Sebastian Ripari racconterà quali sono gli abbinamenti culinari più seducenti accompagnati da champagne. Quattro etichette di Maxime Blin, che ha al suo attivo tante medaglie d'oro e d'argento ai concorsi internazionali, faranno tintinnare i calici degli ospiti a Porto Cervo: Cuvee Maxime Blin, Onirique, Rose Brut, Grande Tradition. La linea Blin esiste dal 1932. Il range di prezzi di una bottiglia oscilla da 49 a 250 euro. Ma per il millesimato 98, in bottiglie numerate, ci vogliono 1.000 euro. Si sorseggia nei ristoranti più esclusivi e si può acquistare solo nelle enoteche: non è presente per scelta nella grande distribuzione. Delle 140 mila bottiglie prodotte, 11 etichette, solo il 55% rimane in Francia, le altre sono esportate negli Stati Uniti, Cina, Giappone, Africa, Russia e Svizzera. Il produttore Maxime Blin è anche presidente dell'Association syndacale de Champagne, Les Mains du Terroir. Appassionato cultore, ha dato vita alla sua prima linea quando aveva solo 20 anni.(ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Monti

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...